KILOMETROVERDEPARMA PROTAGONISTA ALLA GREEN WEEK DI PARMA

Parma Green Week - KilometroVerdeParma

Centocinquanta relatori – tra imprenditori, Ministri e politici, professori universitari ed esponenti del mondo della scienza -, 40 dibattiti in presenza, oltre 300 studenti coinvolti. Sono i numeri della Green Week di Parma, il Festival dedicato alla sostenibilità organizzato da ItalyPost in collaborazione con il Corriere della Sera, con il patrocinio del Comune di Parma. Le innovazioni verdi sono state il fil rouge degli incontri che si sono succeduti tra il 5 e l’11 luglio. Uno degli appuntamenti ha avuto come focus il progetto KilometroVerdeParma, presentato come modello virtuoso di forestazione urbana. A sviluppare il tema sono stati tre relatori, a cominciare dal nostro Direttore Tecnico. Antonio Mortali ha raccontato le origini del Consorzio Forestale e le evoluzioni vissute nell’ultimo anno, mettendo in evidenza le specificità del progetto: la sua natura partecipata, i criteri adottati nella selezione delle piante messe a dimora, l’impegno successivo alla piantagione, in fase di manutenzione. Al suo fianco, sono intervenuti il prof. Renato Bruni, Direttore Scientifico dell’Orto Botanico di Parma, e la dr.ssa Barbara Lori, Assessora a montagna, aree interne, programmazione territoriale, pari opportunità della Regione Emilia-Romagna. Se il primo ha messo in evidenza gli effetti ecosistemici legati alla creazione di nuovi boschi urbani – dalla mitigazione delle isole di calore alla riduzione dell’inquinamento urbano, dalla maggiore biodiversità alla gestione delle acque piovane -, la seconda ha illustrato l’impegno della Regione Emilia-Romagna in materia di progetti di forestazione e ha spiegato l’importanza della connessione tra Istituzioni pubbliche e soggetti privati nella costruzione di una rete capace di interpretare i bisogni del territorio.

Ecco la versione integrale della tavola rotonda dedicata a KilometroVerdeParma, che si è svolta il 9 luglio nell’ambito della Green Week di Parma.

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *