GRAZIE A LATERLITE, UNA VECCHIA CAVA SI TRASFORMA IN BOSCO

Laterlite - Bosco in cava

Tra Rubbiano di Solignano e Varano de’ Melegari, nella montagna parmense, ha visto la luce un nuovo bosco targato KilometroVerdeParma: a curare l’intervento di forestazione è stata Laterlite, prima azienda produttrice di argilla espansa in Italia. Il progetto ha interessato due aree: una in località Casazza, in un terreno ex agricolo, per lungo tempo abbandonato, e l’altra in una cava di argilla, sfruttata a partire dagli anni Settanta. Complessivamente, le piante messe a dimora sono state 1.360, selezionate tra specie rustiche, in grado di adattarsi a condizioni particolari e poco idroesigenti: ne sono esempi il frassino minore, la roverella, il cerro, il pero selvatico, il ciliegio selvatico e il melo selvatico.

«Ringrazio Laterlite per aver creduto nel progetto KilometroVerdeParma già dagli albori: parliamo di una delle tre aziende fondatrici del nostro Consorzio – ha commentato la Presidente Maria Paola Chiesi -. Il nostro progetto continua a crescere: conta attualmente 35 soci, con nuovi ingressi prossimi a essere ufficializzati, e le piante messe a dimora nella prima finestra utile, tra novembre 2020 e marzo 2021, sono state oltre 12.000. Entro fine novembre, abbiamo in programma interventi per la piantagione di ulteriori 20.000 alberi».

Esprime soddisfazione Corrado Beldì, Presidente di Laterlite: «L’azienda ha intrapreso un percorso di riconversione nel segno della sostenibilità: questa piantagione in cava ne è una prova. È un progetto doppiamente significativo: da un lato, restituisce alla natura un luogo sfruttato dall’uomo, dove la vegetazione, per le caratteristiche del terreno, non potrebbe crescere naturalmente. Dall’altro ci permette di preservare un terreno seminativo, adibito alla coltivazione dei foraggi destinati alle bovine che forniscono il latte impiegato nella produzione di Parmigiano Reggiano DOP di montagna».

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *