LA STORIA

  • ESTATE 2011 I PRODROMI

    Il sogno di Franco Maria Ricci di schermare alcune aree industriali degradate che si affacciano sulla A1 viene condiviso e appoggiato da Davide Bollati.

  • estate 2015 L’IDEA

    Davide Bollati contatta Stefano Mancuso il quale coinvolge lo Studio Bellesi Giuntoli - specialista in architettura del paesaggio - per il giardino della nuova sede di Davines. Alberto Giuntoli propone l’idea del KilometroVerde per creare una barriera verde con valenza paesaggistica ed ambientale da estendere al tratto di autostrada che attraversa Parma. La proposta viene accettata e si trasforma in un Masterplan che Davines affida allo Studio Bellesi Giuntoli.

  • GIUGNO 2017 Un primo confronto

    A Parma si incontrano per la prima volta gli ideatori del progetto, le istituzioni, i frontisti - le aziende cioè collocate lungo gli 11 chilometri dell’A1 – e gli sponsor.

  • PRIMAVERA 2018 La prima fase del progetto

    Viene redatto un documento di sintesi ed effettuata una stima dei costi di realizzazione e gestione del progetto grazie al contributo e alla collaborazione tra l’associazione di sviluppo sociale “Parma, io ci sto!”, la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, il Comune di Parma, Unione Parmense degli Industriali e altre realtà del territorio quali Chiesi Farmaceutici, Davines, IREN e La Doria.

  • MAGGIO 2019 La maturazione

    “Parma, io ci sto!” diventa parte attiva del progetto, aprendo un tavolo di lavoro dedicato alla sostenibilità ambientale, con focus sul progetto KilometroVerdeParma, composto da diverse realtà quali Unione Parmense degli Industriali, Chiesi Farmaceutici e Davines. Successivamente l’Associazione avvia, grazie al sostegno di Mutti, la collaborazione con ERGO, spin off della Scuola Superiore S. Anna di Pisa, a cui sono affidate ulteriori attività di indagine e ricerca.

  • OTTOBRE 2019 Il Protocollo

    Il Comune di Parma, la Regione Emilia-Romagna, l’Unione Parmense degli Industriali, “Parma, io ci sto!”, la CIA di Parma, Confagricoltura Parma, la Coldiretti e Parchi del Ducato - l’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale firmano il protocollo d’intesa che fissa le fasi di attuazione del progetto e gli impegni dei firmatari.

  • MAGGIO 2020 Il Consorzio

    Si costituisce il Consorzio Forestale KilometroVerdeParma Impresa Sociale, presieduto da Maria Paola Chiesi, organizzazione senza scopo di lucro che si occupa della definizione, attuazione, gestione, sviluppo e promozione del progetto.